Home Seejay

Seejay: il marketing si fa con gli hashtag, più potente e in prova gratuita

  • 0

E’ stato selezionato per il Festival Internazionale del Libro di Torino, il Festival della Tv e dei Nuovi Media di Dogliani, il Web Marketing Festival di Rimini. E adesso, Seejay, il servizio di social media marketing basato sugli hashtag, affida il lancio della nuova versione potenziata a una promozione che consente agli utenti di acquistare i pacchetti a pagamento con uno sconto del 30%.  

Fabrizio Ferreri, COO di Seejay racconta le novità di una delle piattaforma più promettenti dell’area digital marketing.

“Seejay è un marketing tool innovativo che permette di accrescere il business, aumentare le vendite, incrementare esponenzialmente la propria audience. Adesso i nostri utenti hanno a disposizione due nuove importanti aree di lavoro, Promuovi e Analytics. La prima permette di inviare messaggi commerciali/promozionali direttamente agli utenti Twitter che stanno postando con hashtag collegati al proprio business e ai follower di account che sono in rapporto con la propria attività. Si possono inviare fino a 27.000 messaggi al mese”.

I servizi Seejay

– L’uso degli hashtag è la chiave di volta di Seejay.
“Sì, gli hashtag consentono a chi lancia una campagna con Seejay di raggiungere target coerenti con la propria attività, individuando un bacino di utenza interessato al prodotto/servizio che si intende promuovere”.

– Analytics è un tool di tracciamento?
“E’ lo  strumento che permette di monitorare e, di conseguenza, perfezionare “in itinere” le campagne lanciate con Seejay. Consente di individuare quali sono gli hashtag e i topic che hanno il maggiore potenziale di clienti, e anche di scoprire chi sono i social influencer e i top contributor nel proprio specifico settore di attività”.

– Seejay è un metodo di promozione che ha la particolarità di creare contenuti. Puoi raccontarci meglio come funziona?
“Ci provo con un esempio pratico. Supponiamo che l’utente Seejay sia un brand di viaggi. Chi posta sui social network usando hashtag relativi al viaggiare è probabilmente interessato ai servizi di questo utente. Seejay gli consente di intercettare questi potenziali clienti, selezionati per hashtag attinenti alla sua attività, e di inviare loro il suo messaggio commerciale, per esempio una promozione su pacchetti viaggio”.

– Un messaggio commerciale che non rischia di finire nello spam grazie alla creazione di contenuto…
“Esatto. Per evitare che questo messaggio venga vissuto dall’utente che lo riceve come spam, prima di inviarlo l’utente Seejay crea il Social Wall con tutti i contenuti degli hashtag individuati come rilevanti, aprendo così un primo canale di comunicazione con chi riceverà il messaggio commerciale. Seejay farà arrivare all’utente il messaggio commerciale del brand solo quando, grazie al Social Wall, l’utente sarà già “in ascolto” del brand, con una conseguente riduzione significativa del “tasso di rimbalzo” dell’utente rispetto alla campagna”.

– Il modello Seejay permette anche di veicolare contenuti, non soltanto messaggi promozionali.
“Sì. Supponiamo il caso di un publisher, un blogger o un giornalista, che sta scrivendo un pezzo sull’Etna. Potrà raccogliere in un Social Wall i contenuti che altri utenti stanno pubblicando sui social network con hashtag #etna, #sicilia, #vulcani, hashtag quindi collegati al tema dell’articolo. Una volta integrato il Social Wall nel suo pezzo, potrà inviare a tutti gli utenti inseriti nel Social Wall un messaggio di invito alla lettura con il link all’articolo. In questo modo, oltre ad aver realizzato un pezzo “partecipato” grazie all’integrazione di user generated content, potrà promuoverlo verso un’audience potenzialmente interessata interessata all’argomento trattato incrementando il numero dei lettori”.

– Così Seejay si posiziona tra le startup più promettenti dell’area digital marketing.
“Abbiamo creato un sistema unico di promozione che garantisce, rispetto ai canali tradizionali di marketing, performance più alte a costi inferiori. Le nostre campagne hanno un CTR vicino al 30%, potete verificarlo testando da subito il servizio in prova gratuita per una settimana“.

AUTHOR

Nana Bianca

All stories by: Nana Bianca